venerdì 30 dicembre 2011

«Caro 2012, riportami la mia vita». Chiara fa gli auguri a tutti e a se stessa


LIVORNO. Per Chiara Pantani, 30 anni, il Natale non è all'insegna del panettone né dello champagne, non possono esserci panforte e neppure ricciarelli, non esistono tortellini in brodo ma neanche vischio sotto l'abete. Nei giorni scorsi Il Tirreno ha raccontato la storia di questa giovane donna «allergica al mondo», come dice lei, perché colpita dalla MCS, una patologia che crea una ipersensibilità a qualsiasi elemento chimico. Il risultato? Una vita difficilissima cercando di evitare perfino gli odori molesti: da casa sua, nella zona del Cisternone, sente il fumo delle navi da crociera in porto, l'odore delle torrefazioni distanti anche chilometri, i gas di scarico dei motorini...

La lettera di Chiara ai lettori del Tirreno ha dentro tutta l'appassionata voglia di vita di questa ragazza estroversa, brillante e generosa che ha alle spalle anni sui palcoscenici teatrali o come animatrice di bambini. E adesso è costretta a vivere fra le quattro mura della sua camera, cercando di sfuggire al contatto con una interminabile sfilza di materiali che le creano sofferenza fisica evidente. L'"evitamento chimico", come recita il protocollo messo a punto dalla Asl pisana, è il dribbling quotidiano al quale la malattia la costringe.

La missiva si apre salutando con affetto i cronisti che l'hanno incontrata e «tutta la redazione che ha fatto i salti mortali per pubblicare la mia storia». Porta la data del 22 dicembre e ha a che fare con gli auguri di Natale e il sogno di trovare sotto l'albero il regalo della sua vita "normale". In realtà se è arrivata in redazione non è per via delle poste ma del fatto che Chiara ha cercato di scriverla: ma anche il contatto con carta e penna le crea tanti problemi. Ha provato e riprovato per rispondere alla valanga di messaggi che le sono arrivati. Finché è stata costretta a lasciare la penna alla mamma Carla Compiani e a dettarle la lettera.

Ecco la lettera di Chiara

Caro Tirreno, voglio ringraziare le molte persone che stanno scrivendo via e-mail, facebook, chi mi telefona per dimostrarmi solidarietà, le informazioni utili che mi arrivano da altri malati di "MCS" (e sono molti!) o da chi conosce la malattia. Vi chiedo perciò di avere un po' di pazienza e piano piano, con l'aiuto di qualcuno che scriva per me, risponderò a tutti. Mi hanno chiesto chiarimenti su come è iniziata la mia odissea e anche su questa informerò.

Adesso che siamo nel periodo delle feste natalizie, desidero porgere a voi tutti i miei più fervidio auguri ringraziandosi ancora una volta: spero che tutti i desideri di questo mondo siano esauditi. Personalmente desidererei che dal sacco di Babbo Natale o dalla calza della Befana saltasse fuori la "lieta novella", cioè che questa malattia infernale fosse riconosciuta in tutta Italia. Vorrei che medici volenterosi potessero studiare questa "MCS" andando all'estero per approfondire e tornassero in Italia in grado di curare noi malati. Vorrei che negli ospedali italiani (e in quello della nostra città) fossero allestite almeno due stanze adeguate per poterci ospitare in caso di necessità, perché noi non possiamo viaggiare su aerei di linea ma con aerei di Stato adeguatamente decontaminati.

Da Babbo Natale vorrei una lingua sana per poter tornare a bere tranquillamente, gustare un bel piatto di tortellini e una fettina di panettone, fare un gioioso brindisi per Capodanno auspicando pace, salute e lavoro per tutti. Beh, intanto fatelo voi anche per me, Grazie, vi abbraccio idealmente con riconoscenza e affetto.

Chiara Pantani

28 dicembre 2011

FONTE: iltirreno.gelocal.it
http://iltirreno.gelocal.it/livorno/cronaca/2011/12/28/news/caro-2012-riportami-la-mia-vita-chiara-fa-gli-auguri-a-tutti-e-a-se-stessa-5467534


Posto la lettera di Chiara Pantani indirizzata a "Il Tirreno" come ultimo post di quest'anno sul mio blog, e credo che sia una chiusura ideale perchè contiene i suoi Auguri personali di buone Feste rivolti a tutti, auguri che io a mia volta giro a ciascuno augurando a tutti UN MERAVIGLIOSO ANNO NUOVO, ricolmo di serenità, gioia, Amore... e perchè no, anche tante sorprese. Non dimentico naturalmente di augurare a tutti anche la salute, sia quella del corpo che quella dello spirito.

FELICE 2012 A TUTTI !!!

Marco

1 commento:

  1. NON IGNORARE PRENDETE IL TEMPO DI LEGGERE CE PROVA CHE HA CAMBIARE LA MIA VITA
    Il mio nome è signora BORDEIANU ho 40 anni sono una madre di una figlia di 3 anni. Un mese fa mia figlia soffriva di cancro al cervello. Ho avuto 20000€ per garantire il suo recupero così mi metto alla ricerca di prestito. Ma purtroppo per me io stavo frodare di essere creditore senza scelta che ho perseverato nella mia ricerca per fortuna che il mio coraggio mi ha messo sulla persona giusta Karen GARCIA PINTO di signora che mi ha dato un prestito di 20000€ in 72 ore solo tramite bonifico bancario, che ha permesso la guarigione di mia figlia e l'apertura della mia piccola impresa. Questa prova è per te che sono stanchi di essere rifiutati dalle banche. Avete abbastanza sai dove mettere la testa che segue i vostri problemi finanziari. Avete bisogno urgente, veloce, affidabile e legittimo di un singolo indirizzo di finanziamento per essere soddisfare:
    pinto.karen01@gmail.com.

    RispondiElimina